Basket, l’avvocato Guido Valori presenta la candidatura a presidente della FIP

L’avvocato Guido Valori ha presentato la sua candidatura a presidente della Federazione Italiana Pallacanestro. “Valorizziamo la F.I.P.” questa la filosofia che caratterizza tutto il suo programma. “La mia è una candidatura che nasce in modo propositivo: è una candidatura pro e non contro”. È una candidatura che contiene elementi di sviluppo e di crescita: vogliamo portare le persone a innamorarsi del nostro sport aumentando così il numero di tesserati. Immagino una Federazione di servizio che rafforzi i legami con i comitati regionali supportandoli e sostenendoli, che stia sui territori, che veda la scuola come un grande momento d’incontro, perché il nostro è uno sport di squadra che invita all’essere e fare gruppo, alla socialità, alle relazioni interpersonali. Dobbiamo entrare nelle scuole per fare reclutamento. Bisogna saper parlare alle famiglie. Le Nazionali devono collaborare con i club, soprattutto di Serie A”.

Di seguito i punti principali del suo programma e una breve scheda curriculare.

1- SETTORE SQUADRE NAZIONALI
* A capo il Presidente Federale
* Coordinatore Tecnico Unico
* 4 Settori (Senior Maschile, Senior Femminile, Giovanili Maschili, Giovanili Femminili) ciascuno con un Responsabile
* Reintroduzione della Nazionale Under 14 Maschile e Femminile
* Centri Tecnici Federali continuativi. Su 4 weekend mensili nel periodo tra ottobre e marzo, 3 vengono dedicati ai campionati ed 1 al lavoro tecnico dei Centri Tecnici Federali a livello Nazionale-Regionale-Provinciale

2 – SETTORE 3X3
* A capo un Consigliere Federale-Presidente Federale
* 4 Settori (Senior Maschile, Senior Femminile, Giovanili Maschili, Giovanili Femminili) ciascuno con un Responsabile
* Introduzione Campionati 3×3 Senior e Giovanili (Maschile e Femminile e Misto 2M+1F)
* Copertura dell’intero territorio nazionale

3 – FORMAZIONE TECNICA E DI SVILUPPO DEI SOGGETTI TESSERATI
* Individuazione delle strutture tecniche federali dove svolgere le attività tecnico/fisico/atletiche formative sia di atleti di interesse nazionale, sia dei settori CIA e CNA
* Introduzione e sviluppo di contenuti riferibili nelle varie fasce d’età per uno sviluppo psicofisico idoneo di tutti i soggetti interessati, con particolare riguardo ai soggetti minori
* Nei soggetti di maggiore età, rappresentazione di tutte le tematiche oggi afferenti all’attuale situazione del movimento sportivo italiano
* Coinvolgimento e individuazione delle tematiche relazionali da considerare nei rapporti con i genitori dei ragazzi, sempre nell’obiettivo della massima inclusione di tutti i soggetti che partecipano al movimento sportivo della pallacanestro italiana

4-CAMPIONATI GIOVANILI
* Riduzione progressiva delle Gare Mensili che ogni singolo/a giocatore/ice può disputare nell’arco del Mese (passare progressivamente dalle 12 attuali a 10 e poi 8)
* Soprattutto a livello femminile, fare in modo che si giochino meno gare inutili e scontate e si torni a lavorare dal punto di vista tecnico e fisico in allenamento
* Scorporamento Under12 da settore Mini Basket, in relazione all’introduzione della premialità NAS per quell’annata. Modifica regolamentazione medica con introduzione della Visita Medica Agonistica a partire dal 12° anno di età come prevista da altre discipline e federazioni

5-ATLETI ITALIANI ALL’ESTERO
* Reclutamento atleti/e figli/e di italiani/e residenti all’Estero da portare con le Nazionali Giovanili, continuando a studiare nel paese di residenza

6-RIFORMA CNA
* Meno Categorie
* Progressione didattica adeguata ai campionati cui si vuole essere abilitati

7-FINALI NAZIONALI GIOVANILI
* Individuazione dei criteri di assegnazione delle Finali Nazionali Giovanili, anche in considerazione dell’aspetto che riguarda i costi che le società interessate devono affrontare

8-SETTORE ARBITRALE
* Rivisitazione del settore arbitrale e verifica dell’effettivo funzionamento
* Individuazione dei migliori criteri democratici per la crescita del movimento arbitrale

9-ORGANIZZAZIONE DEL SETTORE MARKETING/COMMERCIALE/EVENTI DELLA FIP
* Ricerca delle migliori professionalità per organizzare il settore all’interno della Federazione, che si occupi stabilmente del marketing federale (collaborando con i Comitati Regionali per il marketing regionale), commerciale, e cura degli eventi sia nazionale che regionale
* Verifica dei rapporti con Master Group e individuazione di eventuali piani di collaborazione

10-RIORGANIZZAZIONE SOT
* Creazione di una struttura stabile, con dipendenti dedicati alle tematiche ed alle esigenze del territorio sia di carattere sportivo, sia di carattere amministrativo, gestionale, contabile
* Organizzazione di una consulenza permanente, su tematiche tecnico/sportive, giuridico/amministrative e contabili
* Focus particolare sulla riforma del lavoro sportivo
* Affiancamento, da parte dei Comitati Regionali, durante la costituzione di nuove società affiliate
* Sostegno nell’attività di sviluppo delle società

11- RAPPORTI CON LE LEGHE
* LBF: costante verifica dell’adeguato numero dei campionati svolti ed eventuale riformulazione degli stessi, qualora ritenuta necessaria da parte di tutte le società affiliate. Programmi e progetti anche in relazione al reclutamento di bambine e ragazze per aumentare il numero di tesserate del settore giovanile femminile. Entrambe queste attività, svolte in sinergia tra FIP e LBF debbono essere finalizzate al raggiungimento degli obiettivi comuni (aumento del numero delle tesserate, crescita del livello tecnico femminile di vertice)
* LNP: Verifica dei temi e dei progetti che possono essere sviluppati congiuntamente con la Federazione. Incentivi per le società che si impegnano nella crescita tecnico sportiva dei giovani atleti di interesse nazionale
* LBA: individuazione di progetti comuni tra federazione e LBA sempre rispetto alla crescita di giocatori di interesse nazionale e alla collaborazione per lo sviluppo di eventi che promuovano il basket italiano.

12 – VINCOLO SPORTIVO
* Nel rispetto dell’attuale normativa sul vincolo sportivo, riscrittura o verifica delle regole approvate con l’obiettivo di attuare le migliori condizioni a tutela delle società

13 – RAPPORTI INTERNAZIONALI
* Richiesta di inserimento delle migliori professionalità Italiane in FIBA ed in FIBA Europe, sia a livello dirigenziale, che in tutti quegli ambiti dove necessita una presenza che possa aiutare lo sviluppo del basket italiano (ex atleti, arbitri, settore giuridico internazionale ed altro).

14 – ACCESSO MASSIVO NELLE SCUOLE
* Stipula di accordi con il MIUR per agevolare la pratica della pallacanestro nelle scuole di ogni ordine e grado, sia direttamente da parte di FIP, sia tramite società affiliate, al fine di ampliare la base dei potenziali tesserati.