Salernitana, Sassuolo e Frosinone retrocesse in Serie B. Quanto vale il paracadute per chi scende dalla Serie A?

La stagione 2023/2024 di conclude con la retrocessione dalla Serie A alla B di Salernitana, Sassuolo e Frosinone.

Quanto vale il paracadute per le retrocesse dalla Serie A?

Per le ultime tre squadre classificate nel massimo campionato calcistico italiano, la delusione della retrocessione viene attutita dal paracadute (60 milioni totali) previsto per le retrocesse. Alle squadre che scivolano dalla Serie A alla Serie B spetta un contributo di solidarietà, proveniente dalla ripartizione dei diritti tv.

60 milioni totali di contributi, vengono così suddivisi:
– 25 milioni per le squadre che hanno disputato 3 degli ultimi 4 campionati in A;
– 15 milioni per chi ha giocato 2 degli ultimi 3 tornei in A;
– 10 milioni per i club da un solo anno in A;
L’eventuale quota residuale spetta alla compagine con 3 anni di anzianità, ma solo se non dovesse ottenere la promozione nel primo anno di Serie B. La quota complessiva dei contribuiti di solidarietà, però, non può superare i 60 milioni. In caso di sfondamento del tetto massimo, le percentuali delle singole squadre vengono ridimensionate.

Dunque, a Salernitana e Sassuolo andranno 25 milioni a testa, in virtù degli ultimi campionati disputati in Seri a. Al Frosinone, retrocessa dopo una sola stagione, vanno 10 milioni.

La quota del contributo da versare agli altri club di Serie B

Le società retrocesse, però, non incassano tutto il paracadute. Infatti, la Lega B ha deciso che le tre squadre retrocesse dalla Serie A devono cedere il 20 per cento del contributo di solidarietà. Dunque, una fetta del paracadute va ridistribuita in parti uguali fra le altre società di Serie B.