Schermo, Coppa del Mondo: la Nazionale femminile di fioretto arriva seconda a Novi Sad e vola a Parigi 2024

La Nazionale femminile di fioretto è la prima squadra italiana di scherma a qualificarsi ai Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Le campionesse del mondo in carica Arianna Errigo, Martina Favaretto, Alice Volpi e Francesca Palumbo completano nella tappa della Coppa del Mondo di Novi Sad una missione cercata, voluta ed ampiamente meritata.

Le azzurre partono spazzando via Singapore (45-23), poi il successo ai danni della Germania (45-22). In semifinale l’Italia batte il Giappone 45-31, mentre nell’ultimo atto a vincere sono gli Stati Uniti (45-37).

Il secondo posto in Serbia garantisce alle nostre portacolori, ancora prime nel ranking, un posto all’Olimpiade a due gare dalla fine. Biglietto per Parigi che dà diritto all’Italia di partecipare alla competizione a squadre di specialità e anche di schierare il numero massimo possibile, tre fiorettiste, nella prova individuale. In attesa che anche le altre squadre azzurre di scherma, compresa quella di fioretto maschile, riescano a portare a termine la missione a cinque cerchi.

Gli azzurri qualificati per i Giochi Olimpici Estivi di Parigi 2024 sono attualmente 93 (50 uomini, 43 donne) in 18 discipline:

– Tiro a volo (7 carte olimpiche: 2 d Trap, 2 u Trap, 2 d Skeet, 1 u Skeet)

– Ginnastica ritmica (7 carte olimpiche: 2 d Concorso Generale Individuale, 5 d Concorso Generale a squadre)

– Tiro a segno (1 carta olimpica: 1 u Carabina 10 m)

– Pentathlon moderno (3 pass individuali: Elena Micheli, Alice Sotero, Giorgio Malan)

– Tuffi (4 carte olimpiche: 2 d Trampolino e Trampolino sincro, 2 u Trampolino)

– Pugilato (4 pass individuali: Salvatore Cavallaro – 80 kg, Giordana Sorrentino – 50 kg, Irma Testa – 57 kg, Aziz Abbes Mouhiidine – 92 kg)

– Tiro con l’arco (1 carta olimpica: 1 d individuale)

– Surf (1 pass individuale: Leonardo Fioravanti)

– Nuoto (5 pass individuali e 4 carte olimpiche: Gregorio Paltrinieri – 1500 sl, Alberto Razzetti – 200 misti e 400 misti, Thomas Ceccon – 100 dorso, Benedetta Pilato – 100 rana, Alessandro Miressi – 100 stile, 4×100 sl u)

– Arrampicata sportiva (1 pass individuale: Matteo Zurloni – Speed)

– Vela (10 carte olimpiche per 8 equipaggi: Nacra 17 u/d, iQFOiL d, iQFOiL u, Kite d, Kite u, ILCA 6 d, ILCA 7 u, 49erFX d)

– Atletica (1 pass individuale: Gianmarco Tamberi – Salto in alto)

– Canoa (2 carte olimpiche nella velocità: C2 500 u, 4 carte olimpiche nello slalom: C1 d, C1 u, K1 d, K1 u)

– Canottaggio (13 carte olimpiche: Doppio PL u, Quattro di coppia u, Doppio u, Due senza u, Doppio d, Riserva Quattro di coppia u)

– Sport equestri (4 carte olimpiche nel completo a squadre: 3 titolari più 1 riserva)

– Ginnastica artistica (10 carte olimpiche: 5 u Concorso Generale a squadre, 5 d Concorso Generale a squadre)

– Ciclismo (7 carte olimpiche su strada: 3 u e 4 d)

– Scherma (4 carte olimpiche d: fioretto femminile a squadre, riserva compresa)

Fonte (CONI)