Sci, Sofia Goggia vince il SuperG di Val d’Isère

Continua il momento magico di Sofia Goggia, che ha dettato legge nel supergigante di Coppa del mondo in programma in Val d’Isère, in Francia, in una giornata che ha visto anche Elena Curtoni chiudere al terzo posto, a 51 centesimi. La 29enne campionessa bergamasca, alla quinta gemma stagionale dopo il triplete di Lake Louise e la discesa della prima giornata di gare in Val d’Isère, si è imposta nettamente, contenendo nella parte alta a lei meno congeniale e liberando la sua sciata da metà percorso in giù, fissando il cronometro sul tempo di 1’19”23. Con la sedicesima vittoria in carriera, quinta in supergigante, ha agganciato al secondo posto della classifica all-time la leggenda Deborah Compagnoni, ponendosi dietro alla compagna di squadra Federica Brignone, prima in solitaria a 17. Tra le due azzurre la norvegese Ragnhild Mowinckel, al terzo podio in superg nel massimo circuito in carriera, a 33 centesimi.

Solamente un centesimo di distanza tra Elena Curtoni e Federica Brignone: la 31enne carabiniera di La Salle, dopo una grande prova nella parte alta del tracciato, ha perso qualche decimo assestandosi ai piedi del podio, davanti alla statunitense Mikaela Shiffrin. Tra le altre italiane in gara Marta Bassino si è classificata in 14esima posizione, Roberta Melesi 25esima, Francesca Marsaglia 29esima, Karoline Pichler 35esima, Nadia Delago 38esima. Out Nicol Delago.

Classifica generale che vede Goggia allungare sulla Shiffrin – 635 a 570 – e su Petra Vhlova sempre ferma a 340. La classifica di specialità parla tutta italiano con le prime tre posizioni appannaggio di Sofia Goggia (320), Federica Brignone (227) ed Elena Curtoni (226).

Prossimo appuntamento con la Coppa del mondo femminile a Courchevel, con i due giganti in programma martedì 21 e mercoledì 22 dicembre.

Ordine d’arrivo SG femminile Coppa del Mondo Val d’Isère (Fra):

1.GOGGIA Sofia 1.19.23
2.MOWINCKEL Ragnhild 1.19.56
3.CURTONI Elena 1.19.74
4.BRIGNONE Federica 1.19.75
5.SHIFFRIN Mikaela 1.19.78

Fonte: FISI

[wpdevart_like_box profile_id=”economiaesport.it” animation_efect=”none” show_border=”show” border_color=”#fff” stream=”hide” connections=”hide” width=”265″ height=”80″ header=”small” cover_photo=”show” locale=”it_IT”]