Incidente al Giro di Lombardia 2020, l’UCI indaga

Il Giro di Lombardia 2020 si è concluso con la vittoria del danese Jakob Fuglsang, che ha percorso i 231 km della classica in 5h32’54”. Il ciclista dell’Astana Pro Team ha preceduto di 31” il neozelandese George Bennett del Team Jumbo-Visma. Terzo posto per il russo Aleksandr Vlaso, che ha rimediato 51” dal compagno di squadra Fuglsang, dopo aver supportato il suo capitano negli ultimi chilometri della gara. Jakob Fuglsang  si è imposto in solitaria sul traguardo di Como diventando il primo danese a vincere Il Lombardia, quest’anno sponsorizzato da UBI Banca. L’azione decisiva è arrivata a 6,4 km dal traguardo, a San Fermo della Battaglia, ultima salita della tappa.

Purtroppo la gara è stata caratterizzata da alcuni brutti incidenti. Remco Evenepoel, la stella nascente del ciclismo, è caduto nella discesa della Colma di Sormano a 42 km dal traguardo. L’atleta belga della Deceuninck-Quick Step ha toccato il parapetto della strada dopo una curva, precipitando nel vuoto per circa 8 metri. Miracolosamente, il ventenne non ha mai perso conoscenza. Evenepoel, è arrivato all’ospedale Sant’Anna, collaborante e vigile. A seguito della caduta ha riportato una serie di lesioni metatraumatiche al bacino. Per lui la stagione 2020 è finita, ma le conseguenza del salto nel vuoto potevano essere peggiori.

Intanto, l’UCI sta indagando sulle circostanze dell’incidente causato da un’auto privata negli ultimi chilometri della gara del Giro Lombardia. Il ciclista della Bora-Hansgrohe Maximilian Schachmann si è scontrato con un’auto che si è fermata sulla strada davanti a lui nel finale di tappa, in via Bellinzona a Como. Il tedesco, che ha comunque terminato la gara al settimo posto, si è rotto la clavicola destra. La signora alla guida del veicolo, invece, è stata multata dalla Polizia Locale. Inoltre, la Prefettura valuterà l’eventuale sospensione cautelare della patente. L’Unione Ciclistica Internazionale ha sottolineato che gli eventi del calendario UCI WorldTour sono di altissimo livello e richiedono strade completamente chiuse in ogni momento. L’UCI valuterà la possibilità di proporre reclamo alla Commissione Disciplinare nei confronti dell’organizzatore dell’evento, RCS Sport.

[wpdevart_like_box profile_id=”economiaesport.it” animation_efect=”none” show_border=”show” border_color=”#fff” stream=”hide” connections=”hide” width=”265″ height=”80″ header=”small” cover_photo=”show” locale=”it_IT”]