La Juventus è campione d’Italia 2019/2020

juventus-napoliLa Juventus è campione d’Italia per la nona volta consecutiva. La squadra di Maurizio Sarri ha battuto per 2 a 0 la Sampdoria e si è portata a 7 punti di vantaggio dall’Inter quando mancano due giornate al termine del campionato 2019/2020. Le reti della vittoria che ha consegnato il titolo sono state realizzate da Cristiano Ronaldo (al 31esimo gol in questo campionato di Serie A) e Federico Bernardeschi. Per i bianconeri si tratta del 36esimo scudetto della sua storia. Al termine della gara con i doriani, l’allenatore Maurizio Sarri e i calciatori Leonardo Bonucci, Adrien Rabiot e Federico Bernardeschi, hanno commentato il cammino della Juve in questa stagione.

MAURIZIO SARRI
«Questo scudetto ha un sapore particolare, sicuramente forte: vincere è difficile, questa squadra vince da tanti anni e quindi ogni anno diventa più difficile. È stato un anno faticoso, un campionato lunghissimo, ne siamo venuti a capo con due giornate di anticipo ed è merito di questo gruppo, perché continuare a trovare motivazioni dopo aver vinto tanto, come ho detto, non è scontato. La costante in questi anni è stata sicuramente la società: il presidente ti sta sempre vicino, soprattutto nei momenti difficili e anche i dirigenti sono costantemente presenti, permettendoti di pianificare ogni cosa giorno per giorno. Ora godiamoci questa soddisfazione, poi penseremo alla Champions».

LEONARDO BONUCCI
«Abbiamo iniziato un percorso nuovo, con una filosofia nuova: abbiamo continuato a dare tutto quello che avevamo, in un anno complicato anche fuori dal campo. E’ stato un periodo difficile per tutti, e lo è stato anche ricominciare. Lo abbiamo voluto, abbiamo sofferto e abbiamo tirato fuori tutto quello che avevamo per dare soddisfazione a noi, alla società, ai tifosi, e a chi ci ha salutato in questi mesi e ci ha guardato dall’alto. Un anno intenso, ma ci siamo confermati una squadra, fatta da grandi uomini. Adesso recuperiamo le energie e pensiamo al Lione».

FEDERICO BERNARDESCHI
«Nella nostra testa abbiamo sempre avuto la convinzione di vincere lo scudetto. Questo è stato un anno particolare per tutti e ovviamente anche per il mondo del calcio: non è stato facile vedere tanta sofferenza e avere poi la testa libera per rimettersi in campo. Credo che questa sera abbiamo centrato un obiettivo stratosferico, costruito dal primo giorno che ci siamo visti quest’anno, abbiamo sudato tutti insieme e con sacrificio e abnegazione ci siamo meritati questo titolo».

ADRIEN RABIOT
«Sono davvero molto felice, è stata una grande vittoria: avevo già vinto il campionato in Francia ma qui è più difficile. Vincere è sempre meraviglioso, anche se ci sono mancati i tifosi e speriamo di rivederli il prima possibile. Adesso ci concentriamo sulle prossime partite, che sono importanti e da affrontare con serietà, per preparare al meglio la sfida con il Lione».

[soccer-info id=’5′ type=’table’ title=’Classifica Serie A’ width=’100%’/]

[wpdevart_like_box profile_id=”economiaesport.it” animation_efect=”none” show_border=”show” border_color=”#fff” stream=”hide” connections=”hide” width=”265″ height=”80″ header=”small” cover_photo=”show” locale=”it_IT”]