Il Rieti presenta ricorso contro la FIGC per la retrocessione in Serie D. Ricorsi anche da Rimini, Gozzano, Picerno, Fano, Olbia, Cosenza e Trapani.

il palazzo del ConiLa società F.C. Rieti ha presentato ricorso al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni contro la FIGC, per la delibera sulla retrocessione diretta in Serie D. Il club laziale chiede in via preliminare e cautelare, di accogliere l’istanza di sospensione dei play out. Gli spareggi dovrebbero iniziare il 27 giugno con le partite d’andata. Il Rieti ha presentato ricorso anche contro la Lega Pro e le società coinvolte nei play out del Girone C di Serie C, ovvero Rende, Bisceglie, Sicula Leonzio e Picerno. Il Rieti ritiene illegittimo il provvedimento della FIGC sulla retrocessione diretta, e chiede l’ammissione ai play out salvezza. La Federazione Italiana Giuoco Calcio, visti i protocolli sanitari finalizzati al contenimento della emergenza epidemiologica da Coronavirus COVID19, l’8 giugno ha deciso di non riavviare il campionato di Lega Pro secondo il calendario ordinario. Con la classifica cristallizzata al momento della sospensione del torneo, sono state retrocesse direttamente in Serie D Gozzano, Rimini e Rieti.

AGGIORNAMENTO 16 GIUGNO – Il Collegio di Garanzia dello Sport ha ricevuto i ricorsi contro la FIGC anche di Rimini e Gozzano, che chiedono l’ammissione ai play out. In Serie C hanno presentato ricorso anche Picerno, Fano e Olbia, coinvolte negli spareggi salvezza. In Serie B, Cosenza e Trapani, al momento in zona retrocessione, chiedono di modificare il coefficiente correttivo introdotto dalla FIGC in caso di ulteriore sospensione del campionato.

[wpdevart_like_box profile_id=”economiaesport.it” animation_efect=”none” show_border=”show” border_color=”#fff” stream=”hide” connections=”hide” width=”265″ height=”80″ header=”small” cover_photo=”show” locale=”it_IT”]