Volley, Civitanova e Conegliano sul tetto del mondo

La pallavolo italiana si conferma protagonista a livello internazionale, con Civitanova e Conegliano che hanno trionfato rispettivamente in campo femminile e maschile ai Campionati del Mondo per club. La Lube Civitanova si è imposta in Brasile, regolando per 3 a 1 i padroni di casa del Sada Cruzeiro. In Cina, invece, l’Imoco Conegliano ha battuto per 3 a 1 l’Eczacibasi di Istanbul.

Il trionfo della Lube Civitanova

La Cucine Lube Civitanova ha alzato il trofeo iridato a Betim, in Brasile, dopo aver vinto per 3 a 1 la battaglia in finale contro i padroni di casa del Sada Cruzeiro (25-23, 19-25, 31-29, 25-21). La squadra guidata dal capitano Juantorena ha collezionato 4 vittorie in 5 partite, arrendendosi soltanto al Kazan quando la qualificazione alla semifinale da primi nel girone era già stata acquisita. Per la squadra cuciniera si chiude un 2019 straordinario: prima il titolo di campioni d’Italia conquistato a Perugia il 14 maggio, poi quello di campioni d’Europa il 18 maggio a Berlino ed ora il titolo iridato, arrivato in Brasile dopo che nelle due passate stagioni la Lube aveva sempre sfiorato la vittoria del trofeo, arrendendosi in finale nel 2017 e nel 2018.

Il successo dell’Imoco Conegliano

L’Imoco Volley si laurea campione del mondo grazie al successo ottenuto nella finale disputata contro l’Eczacibasi Istanbul. Da segnalare la grande prova di Paola Egonu, nominata miglior giocatrice del Mondiale. Era dal 1992 che una squadra italiana non vinceva il Mondiale per Club. L’ultima impresa azzurra era riuscita alla Teodora Ravenna.

[wpdevart_like_box profile_id=”economiaesport.it” animation_efect=”none” show_border=”show” border_color=”#fff” stream=”hide” connections=”hide” width=”265″ height=”80″ header=”small” cover_photo=”show” locale=”it_IT”]