Serie B a 19 squadre, il Consiglio di Stato impugna la decisione del Tar

Il Consiglio di Stato impugna la decisione del Tar, che pochi giorni fa aveva accolto le istanze della Pro Vercelli, del Novara e della Ternana. Secondo questa sentenza il format della Serie B dovrebbe restare a 19 squadre. Dunque, è stata accolta la richiesta di sospensiva avanzata dalla Lega B, a cui si erano aggiunti i club che attualmente partecipano al campionato cadetto. In via cautelare il Consiglio di Stato ha sospeso il pronunciamento del Tar sul format della Serie B. Per il 15 novembre è stata fissata una camera di consiglio per esaminare la questione. Intanto, martedì 30 ottobre si riunisce il Consiglio Federale della FIGC. Tra gli argomenti all’ordine del giorno c’è il punto inerente l’ordinanza del Tar del Lazio, in ordine al format del Campionato di Serie B 2018/2019. In questo quadro incerto la Lega Pro ha sospeso, fino a data da destinarsi, le partite delle società che aspirano al ripescaggio in Serie B: Catania, Novara, Pro Vercelli, Robur Siena, Ternana e Virtus Entella. Ferma anche la Viterbese Castrense che chiede di essere spostata dal girone meridionale per evitare lunghe trasferte.

[wpdevart_like_box profile_id=”economiaesport.it” animation_efect=”none” show_border=”show” border_color=”#fff” stream=”hide” connections=”hide” width=”265″ height=”80″ header=”small” cover_photo=”show” locale=”it_IT”]