MMA e boxe, che intrecci tra Mayweather, McGregor e Khabib

Il match del 6 ottobre tra Conor McGregor e Khabib Nurmagomedov fa ancora discutere tra gli appassionati e gli addetti ai lavori degli sport di combattimento. Alla T-Mobile Arena di Las Vegas, il russo Khabib ha vinto per sottomissione contro l’irlandese, nell’incontro che assegnava la cintura di campione del mondo dei pesi leggeri. Al termine dell’attesissima sfida dell’UFC 229, però, si è scatenata una rissa che ha coinvolto i due lottatori di arti marziali miste e i membri dei rispettivi team. Dunque, nel complesso lo spettacolo offerto non è stato degno del clamore mediatico che si era creato intorno all’evento. Gli acquisti in pay-per-view dell’UFC 229 hanno sfiorato quota 3 milioni, un nuovo record per un match di MMA. Secondo la rivista specializzata TMZ, il presidente dell’organizzazione Ultimate Fighting Championship, Dana White, avrebbe dichiarato che la borsa assegnata a McGregor per combattere contro Khabib ha sfiorato i 100 milioni di dollari. Proprio la cifra intascata dall’irlandese in occasione dell’incontro di boxe del 26 agosto, quando McGregor venne sconfitto dal pugile professionista Floyd Mayweather. Lo statunitense è stato sfidato da Khabib Nurmagomedov, che intanto ha rifiutato un borsa da 15 milioni di dollari per concedere la rivincita a McGregor. Mayweather ha accettato la sfida lanciatagli da Khabib, ma ha chiesto almeno 100 milioni di dollari. Il pugile, che è arrivato a guadagnare 300 milioni di dollari per l’incontro in cui ha battuto McGregor, si è detto disposto a sfidare nuovamente anche l’irlandese, ma solo dopo aver combattuto contro Khabib.

[wpdevart_like_box profile_id=”economiaesport.it” animation_efect=”none” show_border=”show” border_color=”#fff” stream=”hide” connections=”hide” width=”265″ height=”80″ header=”small” cover_photo=”show” locale=”it_IT”]