Il CIO esclude la Russia dalle Olimpiadi Invernali

Il CIO esclude la Russia dalle Olimpiadi Invernali di Pyeongchang 2018. Il Comitato Olimpico Internazionale, riunitosi a Losanna, ha comunicato la dura decisione dopo aver esaminato i risultati dell’inchiesta condotta dallo svizzero Samuel Schmid. Per la commissione, il sistema anti-doping russo è stato sistematicamente manipolato anche durante i Giochi Invernali di Sochi 2014. Il CIO ha sospeso con effetto immediato il Comitato Olimpico Russo, e in Corea del Sud i vertici dello sport russo non saranno accreditati. I singoli atleti russi, invece, potranno gareggiare (a determinate condizioni) su invito e sotto la bandiera olimpica, accompagnati dall’inno olimpico. Il Russian Olympic Committee dovrà rimborsare i costi sostenuti dal CIO e dovrà contribuire, per un totale di 15 milioni di dollari, alla costituzione di un’autorità di testing indipendente.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedIn